Fiori di pesco

Nei miei ricordi nitidi

A quest’ora la gente passeggia piano, Roma è bellissima e in cuffia Jim Croce canta quella canzone che ti piace tanto.
Non so dove sei, quali strade stai percorrendo e soprattutto se questa volta, qualunque esse siano, coincidano con quelle scelte dal cuore.
Nei miei ricordi, nitidi, i tuoi occhi grigi e le tue labbra screpolate.
Eternamente lì, accoccolata sugli scogli come una sirena dall’aria buffa e un po’ imbronciata.
Una scrollata di spalle indifferente mentre mi confessavi di non saper nuotare.
“Potrei annegare” – dicevi colpendo svogliatamente la superficie dell’acqua con la tua coda blu.
Amavi il mare ma preferivi annegare tra bugie e artigli di avvoltoi seduta in un bistrot in centro città.
Una sirena che non sa nuotare. Mi viene ancora da sorridere. Che storia assurda, non credi?
A quest’ora la gente ripopola le strade con passo svelto e deciso, Roma è bellissima e tu resti eternamente lì, nei miei ricordi nitidi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...